Chierici Maria Cristina

Visualizzazione di 1-4 di 17 risultati

La mia preparazione è come scenografa realizzatrice essendomi laureata all’ Accademia di Belle Arti di Carrara ed avendo seguito innumerevoli corsi professionali con questo indirizzo.

Ho quindi avuto modo di conoscere i più svariati materiali e tecniche di lavorazione, perché, come dico sempre, “un bravo scenografo realizzatore deve conoscere e saper fare un po’ di tutto: dalla costruzione, alla pittura, alla scultura, alla sartoria, insomma, deve essere un lavoratore a tutto tondo!”

Per anni ho fatto parte dell’organico delle stagioni liriche, ma proprio per questo realizzare i progetti degli altri, non ho mai avuto l’ispirazione di creare qualcosa di mio. Sì, ho sempre fatto fin da piccola innumerevoli lavoretti di bricolage, ma non ho mai pensato di creare “un’opera d’arte”.

Per sbloccare questa situazione c’è voluto un mio carissimo amico, bravo fotografo amatoriale, che ha fatto un viaggio in Egitto ed al suo rientro ha deciso di allestire una mostra con le sue foto con accanto opere di artisti della zona ispirate ad esse.

Quando mi ha fatto scegliere la foto, mi ha colpito molto la stesa di pesci, probabilmente baccalà, messi ad essiccare. Lo immaginavo già con le parti in rilievo e l’utilizzo di quel “pappone”, materiale sacro alla scenografia, che non è altro che un misto di gesso, stucco e vinavil, a cui, a volte, vengono aggiunte le più svariate cose come sabbia, segatura, trucioli… ecc.

Insomma, da quella semplice foto è nata la passione di realizzare quadri con vari tipi di pesci messi ad essiccare.